HYPERMESH


Altair® HyperMesh® è un avanzato processore pre-post che permette di creare modelli ad elementi finiti e modelli a differenza finita per simulazioni ed analisi con solver FEM. Hypermesh permette di utilizzare una varietà di importanti opzioni per facilitare sia l'interfacciamento del codice con gli altri di uso più comune, sia una serie di opzioni che permettono una rapida modellazione anche delle strutture più complicate grazie ad una serie di "cards". La grande versatilità del post-processor permette la visualizzazione completa di tutti i parametri ingegneristici anche per simulazioni molto complesse.





MARC


MSC Marc è un codice ad elementi finiti per avanzate simulazioni di problemi ingegneristici.

DETAILS:

Mentat è il pre processor particolarmente adatto alla definizione di modelli non lineari grazie alle opzioni di "Automated Domain Decomposition" , includendo le opzioni di "submission", "monitoring", ed il "post-processing" anche per run di esecuzione parallela non lineare. Mentat supporta anche le librerie di "Open GL" per migliorare le prestazioni grafiche del codice.

AUTOMOTIVE APPLICATIONS

L'applicazione di Marc in questo settore è particolarmente diffusa grazie alla capacità del codice di gestire diversi gruppi di materiali ed elementi strutturali, contemporaneamente soggetti a diverse condizioni di carico.

MANUFACTURING APPLICATIONS

Permette di gestire materiali, utensili, tipi di lavorazione ed ottimizzare forme, riuscendo a simulare veri e propri processi di fabbricazione.

STRUCTURAL APPLICATIONS

È possibile identificare difetti di progettazione e modificare le metodologie di produzione grazie all'analisi strutturale delle tensioni agenti sul determinato componente.

BIOMEDICAL APPLICATIONS

Permette la definizione di molteplici tipologie di materiale dalle schiume ai compositi ed è molto adatto in questo tipo di applicazione in cui i carichi non sono di elevata entità ed è richiesta una bassa tolleranza nel range di incertezza dei risultati.



PAM CRASH


PAM-CRASH è un codice sviluppato dalla ESI per il trattamento di problemi nell'ambito della sicurezza passiva (simulazione numerica) nell'industria dei trasporti. PAM-CRASH è stato sviluppato specificatamente per la simulazione numerica di (test) fenomeni di meccanica strutturale e, in particolare, test di required regulatory crash.

PAM-CRASH utilizza il metodo esplicito degli elementi finiti per modellizzare in modo accurato strutture di tipo industriale complesse e soggette ad arbitrarie condizioni di carico sia statico che dinamico, come ad esempio tests di crash e altre condizioni estreme.

PAM-SAFE è dedicato alla simulazione di test relativi alla sicurezza dei passeggeri di veicoli nell'industria dei trasporti e permette di simulare in modo realistico sistemi restraint come airbags, cinture di sicurezza e fornisce anche una libreria di manichini validati e conformi (validated regulation compliant dummies)


PRE E POST PROCESSING


Pam generis: Compute Model Editor

pam generis è il link fra la mesh dei dati letta in vari formati e PAM-CRASH. Permette all'utente di definire e generare l'input per tutte le condizioni meccaniche:

Remesh: raffinamento automatico della mesh. Il modulo grafico di REMESH permette di raffinare le mesh costituite da shell in modo efficace e user friendly. REMESH procede per divisione di elementi e crea triangoli nelle arre di transizione.

Pamview: Elaborazione dei risultati di analisi

Pamview è un Post processor grafico 3-D interattivo, che produce contour plots, animazioni e curve time history con capacità di filtraggio. Include opzioni specifiche delle problematiche della sicurezza passiva come i filtri SAE e FIR 100, e analisi dell'energia assorbita per parte e barrier forces.


FLUENT


Il Codice FLUENT fornisce una vasta gamma di modelli fisici: Modello di turbolenza alla Reynolds, Modello Euleriano-Euleriano, Euleriano-Granulare, Modello Lagrangiano per fase dispersa, Modello a volume di fluido, per la descrizione dei moti particellari nella turbolenza, nella combustione e nelle applicazioni multifase.


E' stato concepito per studiare il flusso dei fluidi e valutare la distribuzione delle pressioni su componenti soggetti a tali flussi.

E' utilizzato in ambiente aeronautico per studiare i flussi delle correnti.

In campo motoristico per valutare la variazione di temperatura nelle camere di scoppio durante la fase di combustione.

In campo chimico per descrivere la cinetica delle reazioni multifase anche con fasi di segregazione.







HUMMINGBIRD EXCEED


Exceed, pienamente conforme allo standard X11R6, è disponibile nelle implementazioni native per qualsiasi ambiente operativo per PC: Windows 3.11, Windows 95/98, Windows NT (anche per CPU Alpha) e Windows 2000. Con l'integrazione totale fra mondo X e mondo PC, le applicazioni locali Windows, DOS e OS/2 possono essere eseguite e visualizzate sullo schermo del proprio PC insieme alle applicazioni X eseguite su un host UNIX o VMS collegato sulla nostra rete locale o tramite Internet/Intranet/Extranet. Fra le altre cose, Exceed permette operazioni di cut and paste di testo e immagini fra applicazioni X e applicazioni Windows.


EXCEED MULTIPLATFORM

Exceed nelle versioni per Windows, Windows 95/98, Windows NT, Windows 2000.

EXCEED WEB

Una soluzione Thin-X protocol, protetta e a gestione centralizzata basata su Java, dotata di eccezionali funzioni che garantiscono agli utenti l'accesso alle applicazioni UNIX, Linux, VMS con performance elevate.

Exceed onDemand

Server X ultraleggero two-tiers, sviluppato per l'uso da parte di utenti remoti e/o in modalità dial-up. I client X possono essere lanciati anche su connessioni a 28.8 baud con prestazioni ottime.

EXCEED XDK

Versione nata per aiutare gli sviluppatori a convertire applicazioni X dall'ambiente UNIX o VMS a quello PC. Include OSF/Motif Toolkit.

EXCEED 3D

Server X per Windows NT che supporta le librerie grafiche OpenGL.





ARTICOLI PUBBLICATI


PROGETTAZIONE DI UNA NUOVA OSSATURA DI COFANO VETTURA

V. Crupi, V. Filardi, E. Gobetto, E. Guglielmino, P. Smeriglio



MODELLI NUMERICI SEMPLIFICATI PER L'IMPOSTAZIONE DEL FRONTALE VEICOLO VERSO IMPATTO GAMBA IN URTO PEDONE

G.Beninati, R. Puppini, G.Griotto, V. Filardi, E. Guglielmino, E. Gobetto.



EFFETTI DELLA SENSIBILITÀ ALLO "STRAIN RATE" DEI MATERIALI SULLA PREVISIONE DEL COMPORTAMENTO AD URTO DI SOSPENSIONI PER AUTOVEICOLO

E. Castagno, S. Fazio, E. Guglielmino, A. Monaci, R. Montanini


VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO A FATICA DI LEGHE AL

COBALTO

G. Fargione, V. Filardi, R. Montanini

ANALISI NUMERICA TRIDIMENSIOANALE DI UN SISTEMA DI SINTESI

PER FRATTURA PROSSIMALE DI FEMORE

V. Filardi, R. Montanini, G. Grasso